Raccolta dell’organico, dal 2022 scatta l’obbligo in tutti i Comuni italiani

Raccolta dell’organico, dal 2022 scatta l’obbligo in tutti i Comuni italiani

A partire dal 1° gennaio 2022 in tutti i Comuni italiani diventa obbligatoria la raccolta differenziata dell’umido: gli scarti organici dovranno essere separati dagli altri rifiuti. Lo prevede l’articolo 182 ter del decreto legislativo 152/2006 che recepisce in Italia la direttiva europea 2018/851 in materia di rifiuti. L’entrata in vigore di questo obbligo anticipa di due anni un analogo impegno che sarà introdotto nel resto della Ue solo a inizio 2024.

L’entrata in vigore del provvedimento anticipa di due anni l’impegno degli altri Paesi europei
Ma non si parla solo degli scarti di cibo: nell’umido andranno conferiti anche gli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile certificati EN 13432. In questo modo, i sacchetti in bioplastica e gli imballaggi di frutta e verdura, le stoviglie , le posate e i bicchieri monouso compostabili potranno essere trasformati in compost. La disposizione impone ai Comuni italiani di attivare un servizio di raccolta differenziata dell’umido attraverso cestini riutilizzabili o sacchetti compostabili certificati a norma UNI EN 13432-2002.

Enzo Favoino su obbligo raccolta differenziata dell’organico

Questo l’augurio da parte dell’amico Enzo Favoino Coord scientifico Zero Waste Europe che desideriamo condividere con chi visita il nostro sito

“Auguri a tutti e ricordate di separare bene l'umido - nonostante tutto 
 Qui una mia intervista sul tema.
 Che la Forza sia con tutti noi anche nel 2022"

E come non possiamo essere d’accordo, grazie Enzo
“Se tutti facciamo poco, insieme possiamo fare molto”

Staff comunicazione
5R ZERO SPRECHI

Vedi l’articolo pubblicato su Eco dalle Città

Condividi su: